Visitatori

Flag Counter

Guglielmo Marconi

Guglielmo Marconi - Scienziato, nato a Bologna il 25 aprile del 1874, morto a Roma il  20 luglio 1937. Leggi Tutto

Nikola Tesla

Nikola Tesla

IL PIÙ GRANDE HACKER
DI TUTTI I TEMPI

Ogni tanto la domanda ritorna: chi è il più grande hacker di tutti i tempi? Leggi tutto

I1JGM John Geloso

I1JGM : JOHN GELOSO UN MITO DEL SECOLO SCORSO

Con Marconi e Ducati sicuramente un Radioamatore di cui tutti noi dobbiamo andar fieri, vogliamo qui narrarne la sua vita. Leggi Tutto

Samuel Finley Breese Morse

Samuel Finley Breese Morse, l'inventore della telegrafia, nacque il 27 aprile 1791 a Charlestown Massachusetts e morì di polmonite a quasi ottant'anni il 2 aprile 1872 a Poughkeepsie (New York).
Leggi tutto

Solar data Propagation

PSK31

 

L'acronimo significa Phase Shift Keying a 31 baud. Si tratta di un modo di comunicazione digitale,  inventato da Peter Martinez (G3PLX) e basato sul precedente SLOWBPSK di Pawel Jalocha (SP9VRC). Si basa sulla modulazione di fase di un singolo tono audio, in genere trasmesso in modo USB nelle bande HF e 6 metri, oppure anche in FM, nelle bande VHF e superiori.
Ci sono due varianti:

•   BPSK (variazione di fase di 0 oppure 180 gradi), dove ogni variazione trasporta 1 bit.

•   QBSK (variazioni di fase di 0, 90, 180 o 270 gradi), dove si usa un codice convoluzionale a 
    codifica Viterbi su 5 bit.

In ogni caso la velocità di trasmissione è stabilita in 31,25 baud e si utilizza un codice ottimizzato a lunghezza variabile (Varicode), in cui i caratteri di uso più frequente sono associati a stringhe più corte. Come risultato si ottiene una velocità media di circa 50 parole al minuto(wpm).
La forma originale del Varicode prevede la codifica dei 128 caratteri dello standard Ascii con un massimo di 10 bit ognuno, mentre la versione estesa codifica 256 caratteri con un massimo di 12 bit. La spaziatura tra due caratteri è indicata da almeno due zeri e per questo motivo nessun carattere contiene due zeri contigui. Il PSK31 è pensato per trasmettere da tastiera a tastiera su lunghe distanze e in presenza di disturbi e forti variazioni del segnale durante il collegamento. Pur non essendo presente un sistema di controllo degli errori basato su codici di risposta, come in alcune modalità dei modi AMTOR e PACTOR, la decodifica Viterbi (in QPSK) permette di correggere efficacemente molti errori in ricezione. Il modo PSK31 si è diffuso rapidamente tra i radioamatori, perché la stretta larghezza di banda utilizzata (meno di 160 Hz) ed il tipo di codifica permettono di ottenere un rapporto segnale/disturbo persino superiore a quello ottenibile con la telegrafia (CW), a parità di altre condizioni. Il modo più semplice per utilizzare il PSK31 consiste nel collegare un computer con scheda audio alla propria radio. Ci sono poi molti  programmi disponibili, in genere per Windows, il programma ufficiale è DIGIPAN ma i più usati sono MixWin e PSK31 De Luxe.

  

Segnale di  trasmissione del programma PSK31 Deluxe

Per poter utilizzare il modo operativo PSK31 sono necessari i seguenti materiali e il software:

•  Computer Minimo Pentium II con 128 Mb di Ram e 10 Gb di HardDisk con , Sound Blaster 
    recente.

•  Software.

•  Interfaccia tra computer ed apparato: normalmente un interfaccia può essere collegata alla presa del microfono o alla presa digitale del Ricetrasmettitore. Dall’uscita dell’interfaccia ci sono tre fili, uno va all’ingresso del microfono della scheda audio del PC (segnale audio di uscita dell’RTX), il secondo filo viene collegato alla presa dell’altoparlante del PC (segnale audio di ingresso dell’RTX) ed infine c'è il filo che viene collegato alla presa seriale del PC che serve ad attivare la trasmissione (segnale PA dell’RTX). Vi sono delle nuove interfacce che al posto della porta seriale RS232 hanno la presa PA dell' RTX collegata tramite la presa USB. Se si possiede un Laptop e specie dell’ultima generazione l’interfaccia RS232 non esiste quindi prima di comprare l’interfaccia controllate se questa esiste altrimenti vi conviene comprare una  interfaccia che invece di utilizzare la presa seriale RS232 utilizza la presa USB. In alcuni RTX si può fare a meno del cavo RS232 o USB e utilizzare la funzione VOX dell’RTX. Prima di ordinare l’interfaccia è vitale sapere su quale apparato deve funzionare in quanto i cablaggi cambiano da apparato ad apparato, se deve essere collegata alla presa del microfono o alla presa digitale dell'RTX.

    Segnale di ricezione (finestra dei segnali "Waterfall")

del programma PSK31 Deluxe

 

Notizie tratte  dal sito A.R.I. di Bolzano

 

 

ITA | RUS

10 anniversario

 

  

L'atomo


Tutte le sostanze sono costituite da piccole particelle: gli atomi. Gli atomi sono così piccoli che in una capocchia di spillo ve ne sono 60 miliardi.
  Leggi Tutto

Jurij Aleksejevich Gagarin

JURIJ ALEKSEJEVICH GAGARIN

Dopo il primo Bip Bip dello Sputnik nel 1957 giunge il CQ CQ CQ di UA1LO il primo CQ di un uomo, di un OM dallo spazio. Leggi tutto

Valentina Tereshkova

Valentina Vladimirovna Tereshkova è nata il 6 marzo 1937 a Bolshoe Moslennikovo sul fiume Volga nei pressi di Jaroslav, è una ex cosmonauta  Leggi tutto

Aleksandr Stepanovich Popov

Aleksandr Stepanovich Popov in russo: Александр Степанович Попов è stato un fisico pioniere delle radiocomunicazioni. 
Leggi tutto