Visitatori

Flag Counter

Guglielmo Marconi

Guglielmo Marconi - Scienziato, nato a Bologna il 25 aprile del 1874, morto a Roma il  20 luglio 1937. Leggi Tutto

Nikola Tesla

Nikola Tesla

IL PIÙ GRANDE HACKER
DI TUTTI I TEMPI

Ogni tanto la domanda ritorna: chi è il più grande hacker di tutti i tempi? Leggi tutto

I1JGM John Geloso

I1JGM : JOHN GELOSO UN MITO DEL SECOLO SCORSO

Con Marconi e Ducati sicuramente un Radioamatore di cui tutti noi dobbiamo andar fieri, vogliamo qui narrarne la sua vita. Leggi Tutto

Samuel Finley Breese Morse

Samuel Finley Breese Morse, l'inventore della telegrafia, nacque il 27 aprile 1791 a Charlestown Massachusetts e morì di polmonite a quasi ottant'anni il 2 aprile 1872 a Poughkeepsie (New York).
Leggi tutto

Solar data Propagation

 

Il sistema EchoLink si basa su un sistema VoIP (Voice Over Ip) che consente l'interconnessione tra due operatori OM, in fonia, attraverso la rete Internet. Il sistema nasce prevalentemente per la ricetrasmissione della fonia attraverso l'utilizzo di un gateway radio, dove Internet rappresenta solamente il veicolo di trasporto della fonia tra un ricetrasmettitore e l'altro.

Esiste anche la possibilità di connessione direttamente dal personal computer di un OM per raggiungere, sempre attraverso la rete Internet, un altro OM al computer o alla radio tramite stazioni gateway. E' ovvio che la finalità principale di un sistema radioamatoriale deve essere principalmente l'interconnessione tra due apparecchi radio ricetrasmittenti, non disdegnando, all'evenienza, la "fredda" connessione alla consolle del PC.

Echolink è protetto nella sua parte software in quanto le stazioni registrate, siano esse con nominativo di un OM, di una stazione ripetitrice o di un Radio Club, vengono dotate di un numero identificativo (User ID) e password che vengono rilasciati alla registrazione del programma previa presentazione di licenza e patente radioamatoriale o registrazione del nominativo della stazione ripetitrice o del radio club, rendendo inequivocabilmente impossibile l'abuso del nominativo.

La cosa interessante di questo sistema è rappresentata dalla possibilità di essere utilizzato anche da OM non registrati, attraverso stazioni radio-gateway LINKS o REPEATERS. L'utilizzo di particolari codici DTMF consentiranno sia l'interrogazione del nodo radio-gateway a cui si ci appoggia e sia la connessione ad altri LINKS o REPEATERS ma anche a USERS e CONFERENCES.

 

Nell'esempio riportato in figura, possiamo notare il più classico esempio di collegamento tra due stazioni radioamatoriali mobili mediante un sistema VoIP (Voice Over Ip) come ad esempio EchoLink. Le due stazioni mobili, sono in due aree completamente diverse denominate come Area "A" e Area "B". Queste possono trovarsi a poche decine di chilometri oppure agli antipodi del nostro pianeta. Infatti una volta giunti nel raggio d'azione di un nodo LINK o REPEATER, che copre l'area "A", si potrà, mediante la tastiera DTMF, digitare il numero dell'altro LINK o REPEATER che copra l'area "B" e quindi fare un QSO con la stazione che è in quest'ultima area di copertura.

La differenza sostanziale tra nodi LINKS e nodi REPEATERS sta nell'area di copertura che essi possono offrire. Il primo nodo è connesso ad una isofrequenza locale che per ovvie ragioni non viene posto in altura e ha un'area limitata di copertura ma poco soggetto a disturbi mentre il secondo nodo, collegato ad un ripetitore avrà ovviamente una vasta zona di copertura ma purtroppo soggetto a molti disturbi.

In fase di registrazione i nominativi utilizzati vengono implementati della lettera "L" se si tratta di LINKS (es. IQ1CQ-L) oppure dalla lettera "R" se si tratta di REPEATERS (es. IR1UDT-R).

Meritano un po' di attenzione anche le stazioni USERS e CONFERENCES. Queste due tipologie di categorie completano il panorama delle connessioni possibili da parte di un utente del sistema EchoLink.

Le stazioni USERS sono stazioni registrate al sistema Echolink e sono disponibili alla consolle del computer; esse hanno un identificativo ID (node number) e possono essere connesse sia da utenti di LINKS o REPEATERS oppure da altri operatori USERS; in quest'ultimo caso l'attività radioamatoriale è del tutto pregiudicata, trattandosi meramente del collegamento tra due computer di due OM !!!

Le stazioni CONFERENCES le possiamo definire apposite "stanze" dove due o più stazioni si connettono per collegare più sistemi contemporaneamente. Supponiamo che nella "stanza" denominata ITALIA vi siano connesse le stazioni LINKS e REPEATERS operanti nelle aree "A", "B", "C", "D" ed "E" più due stazioni USERS; orbene se un utente dell'area di copertura "A" farà una chiamata, questa verrà ascoltata da tutti gli altri utenti collegati a LINKS o REPEATERS nelle restanti aree di copertura più dai due utenti USERS connessi.

COME OPERARE - UTILIZZO DEL GATEWAY RADIO: Un po' più di attenzione merita l'utilizzo di EchoLink mediante una stazione LINK e REPEATER come radio operatore.

Diciamo che l'unica accortezza da rispettare è legata all'inizio dell'utilizzo del sistema, verificando se la frequenza adibita ad EchoLink è in utilizzo da qualche altra stazione oppure libera per iniziare QSO. Ricordo soprattutto che è di vitale importanza essere dotati di microfono con DTMF o un generatore portatile. Per gli amanti dell'autocostruzione spiegheremo più avanti come costruirsene uno con pochissima spesa.

Partiamo da presupposto che conosciamo la QRG dove opera il link e il repeater; a questo prima cosa importante verifichiamo se il nodo EchoLink è già connesso oppure no. Digitando il comando 08 con la tastiera DTMF del nostro RTX potremo ricevere 2 risposte:

  1. NOT CONNECTED (NON CONNESSO)
  2. CONNECTED  (CONNESSO A )

Nel primo caso possiamo iniziare al utilizzare il nodo con i vari comandi che verranno di seguito illustrati, mentre nel secondo caso sappiamo che il nostro nodo EchoLink è connesso ad un altro nodo che verrà evidenziato dal messaggio vocale facendo lo spelling in lingua inglese. In  quest'ultimo caso è opportuno fare un po' di ascolto prima di disconnettere il nodo con il comando #, in quanto non solo potrebbe essere stato attivato da una stazione radio locale, ma potrebbe essere stato attivato da una stazione remota in ascolto sul nostro nodo, quindi prima di disconnettere il nodo è quanto meno "cortese" fare una chiamata annunciando l'intenzione di disconnettere il nodo se non utilizzato.

Bene analizziamo quindi la QRG libera o appena liberata mediante la disconnessione (#) e supponiamo di essere sulla QRG di IQ1CQ-L. Se vogliamo essere sicuri da quale nodo EchoLink operiamo, quando il nodo è sconnesso, possiamo usare il comando * (asterisco), il nodo risponderà con il seguente messaggio ECHOLINK  I Q 1 C Q LINK. Saremo dunque certi che siamo in ascolto sulla frequenza giusta.

Dopo questa serie di preamboli operativi possiamo connettere una nodo EchoLink siano essi USERS, CONFERENCES, LINKS o REPEATERS ! Dobbiamo ovviamente conoscere il numero del nodo da connettere oppure lo possiamo ottenere attraverso il programma EchoLink se è installato sul nostro PC e collegato a Internet oppure cliccando sul seguenti url-link otteniamo in tempo reale i nodi connessi alla rete:

 

Tutta la lista (Repeaters, Links, Users e Conferences)

Repeaters (stessa pagina ma direttamente ai Repeaters)

Links (stessa pagina ma direttamente ai Links)

Users (stessa pagina ma direttamente agli Users)        

Conferences (stessa pagina ma direttamente alle Conferences)

 

Digitando il numero del nodo scelto, ad esempio 3440 per connettere il link I1HJP-L di Nizza Monferrato, avremo principalmente due tipi di risposte: CONNECTED TO I 1 H J P LINK oppure 3 4 4 0 NOT FOUND; nel primo caso siamo connessi con la stazione LINK I1HJP-L e quindi possiamo vedere se a Nizza Monferrato c'è qualcuno in QRV sulla isofrequenza del nodo, mentre nel secondo caso il sistema EchoLink ci avvisa che non ha trovato nessun riferimento con il numero digitato, quindi o la stazione I1HJP-L non è connessa al sistema oppure, ascoltando il messaggio, capiremo che abbiamo digitato non correttamente l nome del nodo. Attenzione però: nel primo caso, cioè dopo che il nodo ha risposto CONNECTED TO       I 1 H J P LINK occorrerà aspettare che il nodo ripeta CONNECTED per poter operare.

Come vedete EchoLink risponde sempre con i riferimenti che noi abbiamo digitato, questo perché sbagliare una cifra sulla tastiera potrebbe connetterci ad una Conference Russa piuttosto che ad un User Giapponese o magari ad un Link Africano o infine ad un Repeater Asiatico. Dunque fate sempre attenzione alla risposta di EchoLink e in caso di dubbio sulla stazione connessa digitate 08 per verificare il nome del  nodo connesso.

Principali codici DTMF: Elenchiamo qui a seguito i principali codici DTMF solitamente utilizzati per il corretto funzionamento di EchoLink, tenendo presente che in fase di settaggio del programma questi codici possono essere variati dal SysOp e pertanto, in caso di non funzionamento dei codici descritti, occorrerà contattare il SysOp per la lista aggiornata. 

C+CALL+#

CONNECT BY CALL

PER CONNETTERE IN BASE AL NOMINATIVO
 (vedi tabella seguente)

00

Randon Node

Connette una stazione in modo casuale

01

Randon Link

Connette un nodo LINK (-L) o REPEATER (-R) in modo casuale

02

Random Conference

Connette un nodo CONFERENCE in modo casuale

03

Random User

Connette un nodo USER in modo casuale

001

Random Favorite Node

Connette una stazione presente nella lista dei favoriti in modo casuale

011

Random Favorite Link

Connette un nodo LINK (-L) o REPEATER (-R) presente nella lista dei favoriti in modo casuale

021

Randon Favorite   Conference

Connette un nodo CONFERENCE presente nella lista dei favoriti in modo casuale

031

Random Favorite User

Connette un nodo USER presente nella lista dei favoriti in modo casuale

#

Disconnect

Disconnette la stazione connessa per ultima

##

Disconnect All

Disconnette tutte le stazioni connesse

06+numero

Query By Node

Richiede info sul nodo e stato della connessione

07+call + #

Query By Call

Richiede info del nominativo inserito e stato della connessione (vedi tabella seguente per il call)

08

Status

Info sullo stato del nodo

09

Reconnect

Connette l'ultima stazione disconnessa

Ci cono altri codici utilizzati, ma essendo prettamente di utilizzo dei SysOps non vengono inseriti in questo elenco. Le sequenze numeriche di 4 o più cifre che non comincino per 0 (zero) preludono alla connessione di una Stazione EchoLink.

 Tabella CALL: Come visto nella tabella precedente è possibile connettersi ad una stazione EchoLink anche senza ricordarsi il numero del nodo assegnato dal Server, ma "semplicemente" inserendo il nominativo del nodo voluto mediante codici DTMF. Ho virgolettato volutamente la parola semplicemente perché l'utilizzo dei codici DTMF per inserire lettere e non numeri non è proprio "friendly user", ma dopo averne capito il meccanismo o aver sempre a portata di mano la tabella che segue, forse diventerà più facile connettere per CALL anziché per NUMERO NODO.

Il call viene in pratica digitato seguendo l'ordine delle lettere come in una tastiera telefonica. Per ogni carattere vengono impiegate due cifre, una per definire il bottone dove è presente la lettera e l'altra per la posizione della lettera quando ad un bottone sono associate più lettere. Per esempio la lettera K è ottenuta digitando 52 e la lettera Q digitando 11 (tratto dal libro "VoIP: il progetto di interconnessione radio via internet" - Autore: Armando Accardo IK2XYP - Edito dalla Edizioni C&C s.r.l. di Faenza).

 

Lettera da inviare

Numero da inserire

Lettera da inviare

Numero da inserire

A

21

S

73

B

22

T

81

C

23

U

82

D

31

V

83

E

32

W

91

F

33

X

92

G

41

Y

93

H

42

Z

12

I

43

0

00

J

51

1

10

K

52

2

20

L

53

3

30

M

61

4

40

N

62

5

50

O

63

6

60

P

71

7

70

Q

11

8

80

R

72

9

90

 

ESEMPIO:

Per connettere lo USER IW1ELO - Digitare sulla tastiera DTMF:

C 43 91 10 32 53 63 #

----> C I W 1 E L O #

 Per connettere il LINK I1HJP-L  - Digitare sulla tastiera DTMF:

 C 43 10 42 51 71 #

----> C I 1 H J P #

 Non servono i caratteri

"-" , "L" o eventualmente "R

 

Tratto dal libro "VoIP: il progetto di interconnessione radio via internet"
Autore: Armando Accardo IK2XYP - Edito dalla Edizioni C&C s.r.l. di Faenza

 

ITA | RUS

10 anniversario

 

  

L'atomo


Tutte le sostanze sono costituite da piccole particelle: gli atomi. Gli atomi sono così piccoli che in una capocchia di spillo ve ne sono 60 miliardi.
  Leggi Tutto

Jurij Aleksejevich Gagarin

JURIJ ALEKSEJEVICH GAGARIN

Dopo il primo Bip Bip dello Sputnik nel 1957 giunge il CQ CQ CQ di UA1LO il primo CQ di un uomo, di un OM dallo spazio. Leggi tutto

Valentina Tereshkova

Valentina Vladimirovna Tereshkova è nata il 6 marzo 1937 a Bolshoe Moslennikovo sul fiume Volga nei pressi di Jaroslav, è una ex cosmonauta  Leggi tutto

Aleksandr Stepanovich Popov

Aleksandr Stepanovich Popov in russo: Александр Степанович Попов è stato un fisico pioniere delle radiocomunicazioni. 
Leggi tutto